Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS
Consiglio Regionale Lombardo

random_image2.jpg

VISTA A 360 GRADI. È la piattaforma lanciata sul proprio sito web dall’azienda specializzata nella vendita di lenti a contatto, che consente di osservare alcuni dei panorami più iconici al mondo attraverso gli occhi di chi è affetto da patologie oculari.

Dall’atletica allo sci di fondo, dai mondiali di canottaggio al baseball per ciechi. La lunga carriera dell’atleta: “Devo smettere con il baseball, ma non mi fermo”.

Quante volte c’è capitato di imbatterci in problemi di accessibilità di siti, servizi web o applicazioni mobili delle PA e di aziende e molte volte ci siamo detti: “ecco, l’ennesimo problema di accessibilità!”, abbiamo chiuso il sito e siamo passati altrove. Grazie anche a questo comportamento, spesso le PA e le aziende non ricevono comunicazioni sulle problematiche di accessibilità riscontrate dalle persone con disabilità e pertanto non possono migliorare i servizi. In altri casi invece, la modalità con cui l’utente segnala non è adeguata per una risoluzione del problema.

Accelerare e completare le vaccinazioni riguardanti le strutture residenziali e diurne, disporre degli elenchi di tutte le persone con disabilità non afferenti a quelle strutture, trovare il sistema di individuare le persone con disabilità che, non beneficiando di particolari misure, non sono iscritte ad elenchi già immediatamente definibili: sono queste le richieste presentate dalle Federazioni LEDHA e FAND Lombardia, oltreché dal Forum Terzo Settore Regionale, agli Assessori Regionali competenti sulla materia della campagna vaccinale e al Commissario Straordinario Regionale per l’Emergenza.

Osservatorio Malattie Rare del 22/03/2021

Un sistema di geolocalizzazione controlla la posizione dei mezzi e, se questi vengono lasciati in luoghi impropri, l’utente continua a pagare il noleggio. La soddisfazione dell'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti: "Importante ricordarsi di chi affronta particolari difficoltà".

TAR LAZIO. Sentenza 15 marzo N. 03084/2021. Accolto parzialmente il ricorso di una famiglia, col quale si denunciava la mancata piena assegnazione delle ore di sostegno scolastico.

Si chiama “Occhio della città intelligente” l’app scaricabile gratuitamente, dedicata a Dante e a Firenze, con un’attenzione particolare alle persone dalla ridotta capacità visiva. In occasione delle celebrazioni dantesche, la piattaforma si è arricchita con una serie di percorsi a tema.

Paolo Nucci, ordinario di Oftalmologia all’Università degli studi di Milano. «La richiesta di controlli per un peggioramento della miopia è diventata molto importante. Nei nostri studi abbiamo registrato un 20% di accesso in più di ragazzini che lamentano di vedere male da lontano». Essere miopi però non significa solo dover mettere un paio di occhiali. «Stiamo arrivando a valori di miopia che superano le cinque diottrie - aggiunge Nucci - valori importanti perché possono portare nel tempo a problematiche come maggiore fragilità della retina, maggiore esposizione al rischio di maculopatie e a una maggiore predisposizione al distacco della retina o al glaucoma».

Artribune del 19/03/2021

«È purtroppo una storia antica – scrive Salvatore Nocera – quella dei dubbi pretestuosi circa l’esistenza o meno del diritto all’inclusione degli alunni e delle alunne con disabilità, specie se in situazioni di gravità. Ma nemmeno durante una pandemia come quella attuale, vengono meno i diritti costituzionalmente tutelati e quindi, parlando delle attuali sospensioni della didattica, gli alunni e le alunne con disabilità devono frequentare in presenza, con un gruppetto di compagni senza disabilità, i docenti, gli assistenti all’autonomia e alla comunicazione e i collaboratori scolastici».

La malattia colpisce un milione di italiani, metà non sa di soffrirne. Per la Settimana sul glaucoma, il 26 marzo, un numero verde per informazioni sul ruolo degli oftalmologi.

«Occorre riposizionare la vita delle persone con disabilità al centro degli interventi di sostegno e di supporto, per renderli più inclusivi, perché il lavoro e le possibilità di una vita indipendente sono due elementi di una stessa scommessa. Il tutto con un progetto completo di inserimento lavorativo»: lo dicono dalla Federazione FISH, a ventidue anni dall’approvazione della Legge 68/99 sul diritto al lavoro delle persone con disabilità, chiedendo innanzitutto l’emanazione delle Linee Guida Nazionali per il collocamento mirato, attese ormai da oltre cinque anni.

Sede

Via Mozart, 16
20122 Milano
Tel. 02 76011893
uiclomb@uiciechi.it
Codice fiscale: 97006460154
Codice IBAN: IT69 E 03111 01604 0000 0000 4658